Io e mio padre

IMG_0063.JPG

“Mi mettevo in punta di piedi, da piccola, provavo ad alzarmi il più possibile, lo abbracciavo, arrivandogli a mala pena alle ginocchia, e gli chiedevo: È vero, papà? È vero che da grande mi sposi? E lui rideva, la sua risata strana, gorgogliata, a volte aspirata. Rideva e gli si illuminavano gli occhi, quegli occhi verdi che mi ha regalato”

Complicato, il rapporto con mio padre.
Denso di assenze, di spazi ritagliati, di momenti ben determinati.
Ė un dialogo a se stante, quello con mio padre.
Ritmo pacato, ma serrato, altalene di SARCASMO, ironia, autoironia e benevoli prese in giro.
È un rapporto, quello con mio padre.
Di quelli latenti, ma che sai sempre dove e come trovarli.
Non è cambiata la sua risata, negli anni, gorgoglia ancora e aspira il finale.
Ha più anni addosso, come un maglione poggiato sulle spalle.
Ha imparato a stupirmi , a mandarmi un sms, a dirmi “ti voglio bene”, a sottintendere uno “scusa”.
Siamo grandi, adesso.
IO
E
MIO
PADRE.
Ci guardiamo negli occhi scambiandoci il colore e la vita non vissuta insieme.
Ci vogliamo bene
IO E MIO PADRE

Annunci

20 pensieri su “Io e mio padre

  1. Qualunque cosa brutta possa mai aver fatto tuo padre é niente rispetto al fatto che ha dato la vita a un essere di luce come te.
    L universo gliene sarà grato
    Io di già.

    Mi piace

    • ma grazie… Mio padre é un grande padre… Purtroppo le vicissitudini della nostra vita ci hanno portato a volte ad essere distanti e mi é mancato sempre molto…ma gli anni mi hanno insegnato tante cose… Anche come gestire il sangue, superando gli stalli della vita! Grazie per il tuo passaggio sul mio blog!

      Mi piace

  2. sono felice per te, è un’immenso valore il buon rapporto figlia e papà.Custodiscilo con cura ti farà da faro per tutta la tua vita.
    E’ solo da pochi anni che sto riuscendo a perdonare mio padre.Troppa severità inutile mi ha impaurita e tarpato le ali.Vabbè però sono felice di essere riuscita superare, anche se così tanto tardi.
    Bacio 🙂

    Mi piace

    • anche io sono riuscita a costruirlo davvero solo con gli anni….ma latentemente c’è sempre stato… Alle volte la vita fa giri strani… Tutto qui… E l’età cancella, per fortuna,mi ricordi brutti…. È un processo di rimozione a mio avviso ben studiato dall’evoluzione… Quella positiva, si intende….

      Mi piace

      • perdonami non lo chiamerei un processo di rimozione; caso mai di elaborazione, con la consapevolezza che non è facile fare i genitori specie quando i retaggi culturali fanno da leva nell’educazione.Non li guistifico,ma li comprendo. Infatti noi ci siamo ben guardati da educare nostra figlia con metodi culturali abberranti come quelli che si usavano quando io ero adolescente .Ma tu è chiaro con quel periodo non c’entri nulla, sei molto giovane cara Nuzy.

        Mi piace

      • mi riferivo a quel particolare processo psicologico che fa sì che i ricordi brutti tendano ad assopirsi negli anni….e quelli belli sembrino, in taluni casi, preponderanti. Purtroppo tempi addietro la severità era un parametro genitoriale condiviso. Da come parli e da come scrivi credo tu sia una madre molto amorevole….figlia fortunata la tua….

        Mi piace

      • Sì mi è chiaro il concetto.Per quanto riguarda il mio ruolo di madre si sono abbastanza amorevole con mia figlia, lei lo è a sua volta con me, e credo di essere fortunata io ad avere una figlia come lei.Fa i tuoi stessi studi e tra poco parte per un erasmus in Spagna.Permettimi di dirti che guardando i lineamenti del tuo viso un pò ti assomiglia occhiali compresi.
        Un caro saluto
        Elena

        Mi piace

      • sei carissima, lo leggo come un bel complimento….il rapporto madre-figlia deve essere prezioso…anche io vorrei un domani una figlia da donare al mondo, magari che mi somigli un po’, e non perché io ritenga di essere speciale, no, ma perché deve essere fantastico vedere un pezzo di se nel mondo ed aiutarlo a vivere….falle i miei migliori auguri

        Mi piace

      • è un bel complimento. E ricorda che il rapporto genitori e figli si deve costruire già nel grembo materno, bandisci dalla tua mente il fatto che lui non capisce in quanto troppo piccolo, se si comincià così vedrai non sarà difficile, ma sarà un crescendo di emozioni che non vi deluderanno; ne a te ne a tuo figlio, è come aiutarvi a vivere reciprocamente.
        Grazie per gli auguri e auguri anche a te per tutto naturalmente

        Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...